Omelia illuminante per i veri cristiani, in questi tempi di oppressione autoritaria.

Non sono molti i sacerdoti santi ed illuminati del nostro tempo e come le folle accorrevano nel deserto da Giovanni Battista per sentire parole di verità, così oggi le persone vanno in cerca di pastori che sappiano dirigere i loro passi nel momento della confusione sociale e spirituale. Gli ebrei al tempo di Gesù non avevano più fiducia dei governanti, non avevano più fiducia dell’autorità religiosa che utilizzava la legge per imporre regole morali ma senza dimostrare con i fatti la loro validità. Queste leggi erano vuote di fervore e di coerenza e ciò traspariva dalla pomposità e ipocrisia del Sinedrio ed il popolo, che non era stupido, sentiva di dover andare a cercare altrove quello che l’anima richiedeva a gran voce, la libertà dalla schiavitù che opprimeva in primis la propria anima.
In questa omelia di domenica 5 Dicembre, seconda domenica d’avvento, Don Daniele di Sorco, sacerdote della FSSPX, affronta tematiche riguardanti le leggi inique, l’oppressione del popolo, il se, il come e il quando bisogna resistere all’autorità politica e quale deve essere l’atteggiamento del cristiano difronte a situazioni obbligo e di limitazione della propria libertà. Questa omelia si configura come un vero e proprio faro sulla situazione attuale per fortificare, guidare e confermare la nostra condotta in questa lotta contro il potere delle tenebre.

Qui di seguito il video dell’omelia.

Sostieni Spirito di Verità TV con una donazione

Sostienimi in questo progetto

oppure tramite bonifico

IBAN : IT76I3608105138264447664450
SWIFT/BIC: BPPIITRRXXX
Intestato a Daniele Antonio Logoluso.
Causale: Donazione

Pubblicato da Daniele Logoluso

Blogger, Musicista, Direttore di Spirito di Verità TV

2 pensieri riguardo “Omelia illuminante per i veri cristiani, in questi tempi di oppressione autoritaria.

  1. Caro Daniele,
    ho ascoltato il video sulla gente che starebbe capendo e quello dell’omelia. Non discuto sul fatto che il tutto nasconda qualcosa di losco, ma ti posso dire che in questi due anni ho conosciuto svariate situazioni: forse sono stata una dei primi a prendere il Covid, nell’ottobre e nel dicembre 2019, quando ancora non si sapeva niente. E’ durato a lungo, ma non mi ha “ucciso”. Un mio parente, invece è stato ricoverato in terapia intensiva per tre settimane, il padre della mia vicina è morto nel giro di 7 giorni, una signora che abita nel mio palazzo è stata ricoverata e ne è uscita dopo una decina di giorni, il figlio di una mia amica l’ha preso, gli è durato 3 settimane e la mia amica, nonostante avesse bassissime difese immunitarie e fosse stata a contatto con il figlio dalla mattina alla sera e dalla sera alla mattina, non l’ha preso, infine, un signore di cinquant’anni, che veniva alla catechesi, si è contagiato ed è morto in 5 giorni. Non c’era ancora il vaccino. Quindi? Se solo io, che conosco poca gente, ho avuto attorno tanti casi diversi e più o meno gravi, in un periodo in cui il vaccino non esisteva ancora, cosa dovremo pensare di tutti gli altri?! Poi, sinceramente, non mi piace questo sistema di inviare le mail con i video. Avevi un canale YouTube dove chi ti seguiva, poteva intervenire liberamente, ed era interessante anche leggere le altre risposte (sempre che riuscissero a mantenere un pizzico di senso critico nei tuoi confronti). Vuoi dire che i vaccinati sono più contagiati di quelli non vaccinati? Mah! E quando il vaccino non c’era, ci si ammalava comunque, però!

    1. La pace a te Marina. Sono d’accordo con te sul fatto che i casi siano svariati, c’è da dire che per quanto riguarda la prima ondata ed anche le successive, il protocollo di Tachipirina e vigile attesa ha determinato in buona parte l’ospedalizzazione e l’aggravarsi della malattia. Queste terapie geniche stanno mostrando numerosissime reazioni avverse e di conoscenza diretta posso dirti che sono molte le persone con doppia e tripla dose ricoverate in terapia sub-intensiva. Chiaramente questo virus fatto in laboratorio sembra essere imprevedibile ma in 2 anni oramai chi ha capito come curare lo sta facendo con quasi il 100% del successo se preso entro i primi 5 giorni. I casi gravi che conosci tu hanno per caso contattato i medici delle terapie domiciliari? Erano vaccinati?

      Su questo sito pubblico anche video che possono essere visti senza problemi di censura, continuo sempre inoltre a pubblicare su Youtube contenuti quindi non vedo il problema. Dio ti benedica e ti protegga.

Rispondi a Daniele Logoluso Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: