Quale può essere il significato della croce apparsa in Siberia?

Qualche giorno fa è rimbalzata in rete la foto, resa pubblica i particolare modo da Red Ronnie, di una croce apparsa nei cieli della Siberia e che ha destato notevole stupore tra le persone che l’hanno vista e a dire il vero anche il sottoscritto ne è rimasto piacevolmente meravigliato, ma non particolarmente scosso. Innanzitutto vorrei premettere che prima di gridare al miracolo bisognerebbe interrogarsi se un fenomeno cosi stupefacente non si sia già verificato in passato, magari a causa di alcune condizioni meteorologiche particolari e se tale fenomeno sia riproducibile artificialmente anche dall’uomo. Da persona che si occupa di comunicazione ed abituato ad osservare i particolari mi sento in dovere di analizzare con occhio critico ed imparziale il fotogramma in questione. La cosa che dapprima attira la mia attenzione, è la base luminosa staccata dalla croce che assomiglia ad una sorta di sorgente video che mi ricorda quella di un proiettore, dal quale poi partono le immagini che si materializzano sul telo o sul muro bianco.  Chiaramente qui si tratta di spazi aperti e di dimensioni superiori rispetto a quelle di una stanza quindi da escludere il classico sistema che tutti noi conosciamo. Esiste però, grazie alla tecnologia, un nuovo sistema (non nuovissimo a dire il vero ma ad oggi migliorato rispetto al passato) in grado di proiettare immagini olografiche, i famosi ologrammi, riproducendo di fatto figure umane, oggetti, animali e molto altro, come se fossero concrete davanti a noi. Per realizzare questo non basta semplicemente proiettare un’immagine da una sorgente luminosa verso lo spazio aperto ma c’è bisogno che tale immagine venga controllata, riflessa e stabilizzata grazie un gioco di sensori, luci laser e specchi che la circoscrivono in uno spazio definito; al contrario la semplice luce sparata fuori non mostrerebbe nulla se non un semplice fascio luminoso, tipo quello delle discoteche per capirci. Per concretizzare quindi questo ologramma ci sarebbe bisogno di una struttura enorme che circoscriva l’oggetto da materializzare e a quanto possiamo vedere questo non è presente, almeno ad occhio nudo. C’è chi potrebbe obiettare che esiste da tempo il famoso progetto Bluebeam della NASA, un progetto oramai non più segreto, che consisterebbe nell’utilizzo di satelliti sapientemente posizionati nell’orbita terrestre al fine di realizzare dei giganti ologrammi, ciascuno legato ad un credo religioso da mostrare in un determinato futuro storico, per ingannare le genti convogliandole verso una religione unica mondiale. Ciò permetterebbe all’insediamento dell’Anticristo che arriverebbe come il salvatore dopo grandi tribolazioni subite dal genere umano. Questa croce nel cielo per alcuni si potrebbe collocare in una sorta di prova generale, in attesa dello spettacolo finale, io non ci credo molto.

L'antico circo tedesco Roncalli ha sostituito gli animali vivi con degli  ologrammi - blueplanetheart.it
Ologramma di un elefante durante uno spettacolo circense del Circo Roncalli

Dopo questa doverosa premessa che serve a scongiurare eventuali slanci sensazionali e fanatici  del fenomeno, veniamo ora ad un analisi con lo sguardo della fede.

Indubbiamente stiamo vivendo un periodo, da due anni a questa parte, di grandi sconvolgimenti sociali, economici, ambientali e non ultimo religiosi. La crisi scaturita dalla cosiddetta pandemia da sars-cov-2 ha messo in seria discussione i già fragili equilibri e certezze del nostro tempo. La società si è divisa tra persone che hanno accettato la narrativa dominante e chi ha cercato la verità oltre le apparenze e le notizie preconfezionate. In questa divisione le istituzioni mondiali hanno giocato un ruolo fondamentale inasprendo gli animi con misure liberticide, creando il capro espiatorio sul quale scatenare il malcontento del popolo il quale, ottenebrato il proprio pensiero, si è scagliato contro le vittime anziché contro i carnefici. In tutto questo la Chiesa Cattolica – meglio dire gli uomini della Chiesa – sembrano essersi eclissati e addirittura essere diventati fiancheggiatori di tutto questo delirio. É venuto a mancare il supporto spirituale e sacramentale, per non parlare del semplice supporto umano che abbiamo visto essere definitivamente scomparso dall’orizzonte, anche di chi dovrebbe farsi promotore del bene del prossimo. Si moltiplicano quindi i segnali che ci dicono che qualcosa all’orizzonte sta palesandosi, tale evidenza sta nel male che si diffonde rapidamente rovesciando le esistenze di ogni uomo che chiamato a farsi un esame di coscienza è messo di fronte ad una scelta. Oltre a questi segni temporali che ogni essere umano può scorgere ma anche interpretare in maniera superficiale o addirittura errata, Dio ci vuole richiamare all’ordine anche attraverso manifestazioni soprannaturali, come sempre ha fatto nella storia. Basti ricordare alcuni episodi biblici come ad esempio il roveto ardente che si mostrò a Mosè, lo Spirito Santo sceso su Gesù sotto forma di colomba nel momento del battesimo nel fiume Giordano o altri episodi più recenti come il sole roteante a Fatima davanti a quasi 100.000 persone, il miracolo eucaristico di Lanciano e via discorrendo. Non è da sottovalutare quindi la chiave di lettura trascendentale in quello che vediamo e che riteniamo incredibile e decisamente evocativo.

Video eccezionale: La Croce appare nitida nel cielo. Un segno per tutta  l'umanità - La Luce di Maria
Foto tratta da un filmato su Youtube a questo link https://www.youtube.com/watch?v=2ue2eJ5yWBY&t=13s

Gesù ci svela apertamente quelli che sarebbero stati gli avvertimenti negli ultimi tempi, come scritto nel Vangelo di Luca, cap. 21, 25-26: «Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte».

Nello stesso capitolo leggiamo: «Guardate il fico e tutte le piante; quando già germogliano, guardandoli capite da voi stessi che ormai l’estate è vicina. Così pure, quando voi vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino». 

E prosegue: «State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso; come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

Come vediamo questi segni fanno parte del linguaggio escatologico, la contrapposizione tra il male imperante per tramite umano e non solo e le manifestazioni della vicinanza Divina, ci dicono che davvero vi è una battaglia che supera i confini della carne, che in gioco non ci sono solo le libertà costituzionali ma soprattutto quelle dell’anima.

In conclusione sono dell’idea di non escludere a priori un fenomeno naturale, scarterei almeno con gli elementi a mia disposizione l’intervento umano e lascerei una porta aperta ad una possibilità d’intervento Divino che ci richiama alla verità mostrandoci la via per la salvezza che viene dalla Croce, quella Croce che ci ha aperto le porte del Regno dei Cieli e che ci attende per immergerci nella beatitudine eterna.

Sostieni Spirito di Verità TV con una donazione

Sostienimi in questo progetto

oppure tramite bonifico

IBAN : IT76I3608105138264447664450
SWIFT/BIC: BPPIITRRXXX
Intestato a Daniele Antonio Logoluso.
Causale: Donazione

Pubblicato da Daniele Logoluso

Blogger, Musicista, Direttore di Spirito di Verità TV

4 pensieri riguardo “Quale può essere il significato della croce apparsa in Siberia?

  1. Anche per me sono segni divini come l’aurora boreale avvenuta qualche mese fa on valtellina e la croce apparsa in campagna e i vangeli che dicono tutti vedranno con internet è così tutti sanno ma non tutti credono che Dio ci benedica

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: