Monsignor Chaput: ‘Biden non è in comunione con la fede cattolica’

L’arcivescovo Charles Chaput ha affermato sabato che Joe Biden “non è in comunione con la fede cattolica” e che “ogni sacerdote che ora fornisce la comunione al presidente partecipa alla sua ipocrisia”.  Intervenendo a un  Simposio eucaristico  nella diocesi di Arlington il 22 ottobre, il prelato 78enne ha anche accusato il secondo presidente cattolico nella storia degliContinua a leggere Monsignor Chaput: ‘Biden non è in comunione con la fede cattolica’

VESCOVO DI TERNI SODDU INAUGURA LA NUOVA PORTA DELLA CASA MASSONICA A TERNI

“Il 27 settembre la Casa Massonica del Grande Oriente d’Italia, in via Roma a Terni, ha aperto le proprie porte al pubblico, in occasione dell’inaugurazione del nuovo ingresso…Dopo la cerimonia ha avuto luogo la visita alla Casa Massonica che conta al proprio interno due templi, alla quale hanno preso parte

PUTIN: LA DITTATURA DELLE ÉLITES OCCIDENTALI È UN VERO E PROPRIO SATANISMO

Ripeto, la dittatura delle élite occidentali è diretta contro tutte le società, compresi gli stessi popoli dei Paesi occidentali. È una sfida per tutti. Questa negazione totale dell’uomo, la sovversione della fede e dei valori tradizionali, la soppressione della libertà assumono le caratteristiche di una ‘religione al contrario’

Votazioni 25 Settembre: quello che i cattolici possono e devono fare

Oramai sono settimane che siamo nella piena confusione tra raccolta firme, lotte tra partiti anti-sistema, alleanze improbabili, rincorse per accaparrarsi i candidati da proporre nei collegi; per non parlare delle continue domande su chi votare, perchè votare uno piuttosto che l’altro oppure scheda bianca, scheda nulla, astensionismo ecc…ecc…

Santo Curato d’Ars: il prete che nessuno voleva

Era figlio di contadini che dimoravano nei pressi di Lione. Nato, nel 1786, alla vigilia della Rivoluzione francese, la sua infanzia fu condizionata dalla fede granitica di una famiglia che ospitava i preti che celebravano segretamente la Messa, nei fienili e nelle cantine, per non aver voluto giurare fedeltà alla rivoluzione.